Categorie
Articoli Benessere Nutrizione

Radicali liberi e Antiossidanti

Spesso sentiamo parlare di quanto facciano bene gli antiossidanti e di quanto bisogna stare attenti ai radicali liberi responsabili dello stress ossidativo e dell’invecchiamento cellulare a cui è associato l’insorgere di varie patologie come il cancro, disturbi cardiovascolari, il diabete, la sclerosi multipla, l’artrite reumatoide, l’enfisema polmonare, la cataratta il morbo di Parkinson e l’Alzheimer.

Chimicamente parlando, quando il nostro amato e fondamentale ossigeno perde un elettrone dal suo orbitale più esterno, forma i temuti radicali liberi, ossia delle specie altamente reattive che tendono a cercare un substrato idoneo per riprendersi l’elettrone che hanno perduto e ritrovare la loro stabilità.

FORMAZIONE DI UN RADICALE LIBERO

All’interno dell’organismo l’azione distruttiva dei radicali liberi è indirizzata soprattutto:

  • Sui lipidi delle membrane cellulari provocando l’alterazione della loro fluidità;
  • Sugli acidi nucleici del DNA provocando mutazioni genetiche che sono spesso alla base della formazione di tumori;
  • Sulle proteine causando alterazioni strutturali.

Ovviamente il nostro corpo possiede meccanismi antiossidanti endogeni in grado per proteggersi dagli effetti dannosi dei radicali liberi: esistono per esempio alcuni enzimi in grado di decomporre e sequestrare gli agenti ossidanti come la superossido dismutasi, la catalasi e l’antiossidante più efficace, il glutatione.

MECCANISMO D’AZIONE DEGLI ANTIOSSIDANTI

Talvolta però si può assistere alla rottura dell’equilibrio tra la produzione e l’eliminazione dei radicali liberi, determinando l’insorgenza del cosiddetto “stress ossidativo”; tra i fattori più comuni responsabili troviamo la dieta scorretta, il fumo di sigaretta, le infiammazioni, le radiazioni ultraviolette, lo stress, l’elevato consumo di alcol, l’inquinamento e l’eccesso di attività fisica.

CAUSE DELLO STRESS OSSIDATIVO

Per aiutarci a mantenere questo equilibrio possiamo assumere alimenti ricchi di antiossidanti che sono costituiti da:

  • Pigmenti vegetali: polifenoli, bioflavonoidi, antocianine;
  • Vitamine: Vitamina C, vitamina E, beta-carotene (precursore della vitamina A)
  • Micronutrienti ed enzimi: selenio, rame, zinco, glutatione, coenzima Q10, melatonina

Gli agenti antiossidanti possono agira singolarmente o in sinergia: per questo è molto importante avere una dieta varia il più possibile e ricca di frutta e verdura, fonti di pigmenti vegetali e vitamine.

Si consiglia di assumere 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, di seguire una dieta povera di grassi saturi (principalmente di origine animale), di grassi idrogenati (insaturi trans) fonti di radicali liberi.

Il mio consiglio di oggi, per mantenere equilibrato l’ago della bilancia tra agenti ossidanti e antioosidanti è quello di evitare o quanto meno limitare  i fattori di rischio ossidanti e di arricchire la nostra dieta il più possibile di agenti antiossidanti.

5 risposte su “Radicali liberi e Antiossidanti”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.