Categorie
Articoli Il ciclo di primavera : le erbe aromatiche Nutrizione

3 domande sul Basilico

Oggi parliamo del Re delle erbe aromatiche, quello che tutti conoscono, tutti amano, pure i bambini e tutti, in estate, ne tengono almeno una piantina sul terrazzo di casa: il BASILICO!

Il suo nome in greco significa “regale” proprio per il largo uso che se ne può fare. E’ molto semplice sia da trovare che da coltivare. Infatti a partire da marzo e aprile viene venduto praticamente un po’ ovunque: supermercati, vivai, fruttivendoli, quindi procurarsene una piantina è veramente molto semplice.

Come si coltiva?

Il basilico richiede poche cure, tanta luce e molta acqua. E’ facile capire quando ha sete perché le sue foglie crollano per poi tornare arzille nel giro di poche ore dopo l’innaffiatura. Teme invece il freddo e se di notte le temperature scendono troppo, conviene ritirarlo in casa.

E’ una piantina stagionale che può raggiungere anche i 50 cm e per fare sì che il suo ciclo vitale duri più a lungo, conviene eseguire la cimatura, ossia la potatura delle infiorescenze che perché i fiori sottraggono linfa alle foglie, bloccandone la crescita e peggiorandone il sapore.

La droga, ossia la parte della pianta che viene utilizzata in cucina o per i suoi benefici è costituita dalle foglie che conviene raccogliere al mattino perché più ricche di olii essenziali volatili c che poi tendono ad evaporare all’aumentare del caldo della giornata. Inoltre le foglioline piccole hanno un sapore più intenso rispetto a quelle grandi.

Come si usa?

Il basilico può essere utilizzato ovunque in cucina: dal sugo di pomodoro per la pasta, sulla pizza, sul pesce e sulla carne, aggiunto ad insalatone, oppure su una caprese. Può essere usato come base per la preprarazione di salse tipo il pesto alla genovese che piace sempre a tutti, anche ai bambini (ricordo che tritare zucchine o spinaci cotti nel pesto è un ottimo trucchetto per riuscire a far mangiare un pò di verdura ai bambini generalmente diffidenti nei confronti di tutto ciò che è verde).

Un altro piatto davvero goloso e light è la frittata di basilico, davvero ottima e profumatissima.

Meglio puntare sull’utilizzo del basilico fresco, perché quello essicato perde gran parte del suo aroma.

I Terpeni principali del basilico

Quali benefici ha?

Oltre ad essere buono, il basilico presenta anche dei benefici infatti è un repellente naturale per mosche e zanzare e tenere alcune piantine sul davanzale aiuta a tenere lontano questi fastidiosi insetti; inoltre ha azione antinfiammatoria, sedativa, antispastica e le sue foglie possono essere usate per preparare tisane digestive. Può essere usato anche come antinfiammatorio del cavo orale in coluttori casalinghi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.